Comunicato stampa

Graziadei Tripodi:  il restauratore di Dio

Partire un giorno dalla Calabria. Da un paesino della Calabria: S. Eufemia D’ Aspromonte , un giorno qualsiasi della tua giovinezza , con un bagaglio tecnico consistente, ereditato da una famiglia che, letteralmente, vive di una eclettica produzione artistica e di manufatti pittorici eseguiti su commissione delle varie congregazioni religiose che , negli anni della prima metà del ‘900, popolavano la variegata realtà sociale dei paesi del Sud .Un Pater familias di tutto rispetto, Carmelo Tripodi, pittore accademico pluripremiato nelle varie esposizioni internazionali , alle quali non ha fatto mancare le sue splendide opere , che riceveranno  , in tali sedi , gli onori e i premi che meritano. Due fratelli, Carmelo Agostino e Domenicantonio, artisti di talento, tale è il contesto dal quale il giovane Graziadei si allontana, alla ricerca di possibilità lavorative. Ha fortuna. Incontra, a Firenze, Leonetto Tintori, uno dei più quotati restauratori del tempo. Comincia con lui un percorso che lo porterà ad operare interventi su quadri di grandissimi pittori: Duccio Da Boninsegna, Lorenzetti, Simone Martini. Gira l’ Italia da Nord a Sud, restituendo vita a capolavori. Nel 1960 è a Napoli, al museo di Capodimonte. Il suo amore per la Campania ed il suo interland, lo porterà, nel tempo, a continuare la sua opera in quei territori, dove, molte chiese custodiranno le sue infaticabili creazioni pittoriche, mai abbandonate in tutto il suo lungo percorso lavorativo. Si stabilirà ad Airola, bellissimo paese del beneventano. Diventerà una figura di riferimento, amata e conosciuta in quei luoghi che, pure, non lo hanno visto crescere e maturare, ma che hanno avuto in sorte di vedere gli effetti del suo percorso umano, artistico e sociale. Soprattutto sociale. Graziadei è un trascinatore. Ama inventare suggestioni sceniche, spettacoli, eventi di carattere storico o religioso. Il paese viene coinvolto nella sua totalità in queste ideazioni visionarie, che esaltano ed arricchiscono la vita della comunità. Il luogo vive di lui e per lui. Tutti possono andare a trovarlo. Lui è lì, che lavora ed intrattiene chiunque voglia scambiare qualche parola o fare discorsi più seri e complessi. Ha una cultura enciclopedica. Non la fa pesare. Serve, solo, ad impostare le attività che ha in animo di attuare o ad animare conversazioni impegnative. Dal 1981 al 2016, scrive tre libri sul restauro e sui suoi cicli di opere custodite nelle chiese di S. Anna e dell’ Immacolata di Messercola. La sua morte, improvvisa, avvenuta a 84 anni, lo coglie nel paese di Airola, dove lascia un vuoto incolmabile tra gli amici fraterni: Sabatino Schettino, Gigino Nostrale, Pasquale Dangelo. Nasce da loro, di concerto con l’ Amministrazione comunale, l’ idea di onorare la sua memoria, dedicandogli un luogo pubblico. Il Sindaco di Airola, Michele Napoletano, l’ Amministrazione comunale, i vertici della Protezione civile e la popolazione, assistono, nel mese di Luglio, alla posa di una stele commemorativa a suo nome, al Parkambiente di Bucciano, a Lui dedicato .

Carmelita Tripodi

 

More from Comunicato stampa

Festival di Sanremo 2021

 Chiara Ferragni e Paola Cortellesi in lizza per affiancare Amadeus e Fiorello. Spunta anche il nome di Elisabetta Gregoraci  21 luglio 2020 – È stato definito il Festival del ritorno alla normalità, ma Sanremo 2021 sarà tutto fuorché normale. A partire … Per saperne di più

Premio Nazionale Ercole Olivario

 Svelati oggi a Perugia i vincitori della 28esima edizione del concorso dedicato alle eccellenze olearie italiane Sono stati proclamati oggi a Perugia i vincitori della XXVIII edizione dell’Ercole Olivario il concorso nazionale dedicato alle eccellenze olearie italiane, organizzato dall’Unione Italiana … Per saperne di più

PROGETTO BEAUTY SLIDES

    Si chiamavano Larissa, Barbara, Bruna, Rossella, Lorena, Gina, Viviana, Maria Angela, Alessandra, Marisa e Zsuzsanna. Sono le donne  uccise mentre l’Italia era serrata in casa, ma per loro la casa è stata una trappola mortale. Assassinate da mariti, … Per saperne di più