“Tropea”, la guida illustrata di Francesco Laganà

TROPEA – E’ un omaggio alla sua città. A quella città che lo ha visto crescere e dove sta continuando ad offrire la sua opera di dirigente presso l’istituto comprensivo “Don Francesco Mottola”. Parliamo della guida illustrata realizzata dal professor Francesco Laganà, e che è presente, oggi, in tutte le librerie. Il nome è “Tropea”, con nella sua copertina la bella immagine della rupe ripresa dall’alto dell’isola bella, pubblicata da Pellegrini editore.

Il volume, che Laganà ha già presentato in una delle serate del premio letterario città di Tropea, è composto da ben 213 pagine. Inizia con una prima parte dove è possibile leggere la storia della perla del Tirreno, dal suo primo assetto urbanistico con le varie dominazioni, dai bizantini, agli arabi, poi i normanni, gli svevi, gli angioini, gli spagnoli e così via. Segue una minuziosa descrizione della città e del suo modo di vivere, dentro e fuori le mura, grazie ad un percorso attraverso il quale l’autore accompagna il lettore per tutto il centro storico. Così, iniziando da Porta Vaticana, per la via Indipendenza, si arriva alla casa del filosofo Pasquale Galluppi, agli slarghi con le chiese e i palazzi nobiliari e i loro portali, alle chiese e agli ex conventi. Da Porta Vaticana, poi, Laganà descrive tutto il tratto che conduce al largo Tre Fontane, nel cuore del corso Vittorio Emanuele. Non mancano gli accenni agli uomini illustri che sono stati, e sono, il vanto di Tropea, da Galluppi, a Raf Vallone. Così come il corredo di fotografie dei luoghi che impreziosiscono l’opera.

 Il volume “Tropea” porta anche la traduzione in tedesco di Tiemann Heike e si conclude con un’ampia e interessante bibliografia. E’ un lavoro di particolare pregio perché racconta la città in tutti i suoi aspetti principali. E lo è ancor di più perché raccontato da chi, come il dirigente Laganà, in quelle stradine e vicoli del centro storico ha respirato l’aria sin dalla fanciullezza, tra giochi e corse con gli amici; dove è cresciuto e si è formato conservando da sempre nel cuore immagini, odori, piccole storie, tutti appartenenti al suo vissuto. E ancora oggi, Laganà, percorre ogni giorno il centro storico per raggiungere la sede dell’Istituto comprensivo in piazza Galluppi. Nel volume “Tropea”, quindi, egli vi ha messo non solo la sua conoscenza della storia e della cultura tropeana, ma probabilmente anche un po’ del suo cuore, per quella che è la sua città e della quale ha imparato a riconoscere e ad amare ogni singola pietra.

Vittoria Saccà

About Vittoria

Docente di Materie letterarie presso il Liceo Scientifico "Berto" di Vibo Valentia. Vivo a Tropea, splendida cittadina che si affaccia sul mar Tirreno. Sono giornalista pubblicista.

Lascia un commento