I tre punti più belli della spiaggia degni di Bandiera blu

TROPEA –  La spiaggia della perla del Tirreno, finalmente, è stata insignita della tanto sognata Bandiera blu. A parte il fatto che è tutta spettacolare dall’inizio fino alla fine, sono stati tre i punti apprezzati dalla commissione preposta ad assegnare le bandiere, ossia Marina del Convento, Rocca Nettuno e la Marina dell’Isola.

La Marina del Convento, chiamata così probabilmente perché alle sue spalle, sulla sommità della rupe che si erge maestosa, sorge il convento dei frati Minori, è un bel lungo tratto dove sorgono i lidi che accolgono i tanti bagnanti. Ed è la qualità della sabbia, bianca e mantenuta pulita, ad attirare tutti, unitamente alle acque cristalline del mare. Dalla spiaggia, la vista si perde nell’immensità dell’orizzonte dove non mancano mai i tramonti mozzafiato, con il cielo che diventa di colore arancio e rosso. E qui, il bel lungomare fa la sua parte che, snodandosi lungo il costone della rupe, accompagna coloro che intendono solo passeggiare per assaporare l’aria di mare e godere della vista di un luogo da favola.

Anche la Marina Rocca Nettuno è una meta ambita da molti. Si estende ai piedi di un’altura che scende a picco sul mare con le sue acque trasparenti, ed è ricca di una vegetazione dal sapore tutto mediterraneo. Spiaggia ampia e da cui il panorama che si gode, non lascia respiro per quanto è denso di bellezza. E poi ci sono i lidi e gli hotel che con professionalità sanno accogliere i bagnanti offrendo l’opportunità di trascorrere momenti di tranquillità.

Da entrambi i punti, la vista delle isole Eolie è un incanto straordinario, e ci sono giorni in cui sembrano quasi a portata di mano. Lo Stromboli, poi, che a volte lascia la sua scia di fumo che si allarga nel cielo, è sempre ammirato come fosse immagine da cartolina, specie nel mese di agosto quando sembra ingoiare nel suo cratere il sole mentre va a tramontare. E non è un caso, infatti, se il tramonto sullo Stromboli è deputato a diventare patrimonio dell’umanità.

Ma quello che più vale, in questo contesto, sono le acque cristalline, dal colore celeste chiaro, che lasciano intravedere i fondali tanto sono trasparenti.

Frutto, naturalmente, della tanta attenzione che l’amministrazione comunale, guidata da Giovanni Macrì, riversa sull’ambiente, interessandosi alla sua salvaguardia in ogni maniera, dal primo momento del suo insediamento.  Non dimentichiamo, infatti, che nell’estate scorsa, la città è stata insignita del “Premio 2019 mare pulito, Bruno Giordano”. Discorso a parte merita la Marina dell’Isola.

Vittoria Saccà

About Vittoria

Docente di Materie letterarie presso il Liceo Scientifico "Berto" di Vibo Valentia. Vivo a Tropea, splendida cittadina che si affaccia sul mar Tirreno. Sono giornalista pubblicista.

Lascia un commento