Carnevale a Fitili

PARGHELIA – E’ stato un bel pomeriggio di festa, baciato dal sole, quello che ha coinvolto i cittadini di Fitili ma anche di Parghelia e Tropea grazie all’organizzazione di un momento dedicato al Carnevale dal circolo San Gerardo, oggi Centro diurno, diretto dal maestro Franco Cuturello e dalla Pro Loco presieduta da Cristina Anello.

Accompagnati dai genitori, tanti bambini festosi, nei loro variopinti vestiti di carnevale, hanno rallegrato le vie del paesello anche al suono dei tamburi e della musica, nonché al ballo dei giganti. A contribuire a questo momento di allegria sono stati i fratelli Francesco e Antonio Collia, Francesco Currà e Pasquale Accorinti.

Poi si sono tutti riuniti presso il centro dove Cuturello ha dato il via alla sfilata delle maschere di fronte ad una giuria che ha dato ad ognuna un voto al fine di stabilire quella più graziosa. A comporre la giuria sono stati Pasquale De Luca, Caterina Margiotta, M. R.  Colace e Romina Candela. Difficile compito per loro perché tutte le maschere, ognuna nella propria specificità, era da premiare. Quindi hanno sfilato il gruppo delle maschere dei bambini e in seguito quello degli adulti.

Al ritiro della giuria per il conto dei voti, il pubblico e le mascherine sono state intrattenuti da uno spettacolo di karaoke e da danze eseguite dalla scuola di ballo di Veronica Zaccaro e Samuele Pungitore, mentre i soci del centro hanno offerto dolci e bibite.

Cuturello, prima di passare alla premiazione dei vincitori, ha affermato «Paese che vai Carnevale che trovi. Fitili, ovviamente non ha la velleità di uguagliare il primato dei prestigiosi carnevali come quello di Viareggio, di Venezia o di Rio de Janeiro, ciononostante, possiamo dire che qualche buon ingrediente ce lo abbiamo messo, come l’espressione della creatività, la trasmissione di alcuni valori culturali, di tradizioni etniche ma soprattutto la tolleranza e l’accoglienza». Ha quindi ringraziato l’amministrazione e la Pro Loco nella persona di Anello, nonché Veronica Zaccaro perno e animatrice del centro,  concludendo il suo intervento con il famoso detto latino «semel in anno licet insanire».

E’ intervenuto il sindaco Antonio Landro che oltre a dare il benvenuto ai presenti ha rimarcato la presenza dell’amministrazione al fianco dei cittadini.

Quindi si è passato alla proclamazione dei vincitori. Per il gruppo dei bambini, al primo posto si è classificato il piccolo Giuseppe Aliberti di Tropea che ha rappresentato il “Padrino”, al secondo, invece, Cristina Loiacono. Nel gruppo degli adulti il primo posto è stato assegnato a Geraldyne Caracciolo che ha rappresentato “Mary Poppins”, mentre il secondo posto è stato conquistato dalle tre sorelle Zaccaro. Per tutte le altre maschere un terzo posto a pari merito.

Il momento è stato propizio per consegnare anche i premi ai vincitori dei tornei che si sono svolti nei giorni precedenti. Il  torneo di carte è stato vinto dalla coppia Cuturello e Antonio Grillo, mentre a vincere  il torneo di calcio balilla è stata la coppia Francesco Currà e Antonio Collia.

Il giorno di festa è proseguito in piazza con l’incendio del fantoccio “Carnevale” e i fuochi di artificio.

Vittoria Saccà

About Vittoria

Docente di Materie letterarie presso il Liceo Scientifico "Berto" di Vibo Valentia. Vivo a Tropea, splendida cittadina che si affaccia sul mar Tirreno. Sono giornalista pubblicista.

Lascia un commento